Dove tutto è stato preso

Teatro/Selezione Visionari

DOVE TUTTO E’ STATO PRESO

BARTOLINI/BARONIO

regia e interpretazione Tamara Bartolini, Michele Baronio
drammaturgia Tamara Bartolini
scene e paesaggio sonoro Michele Baronio
collaborazione al progetto, assistente alla regia, foto, grafica Margherita Masè
collaborazione artistica Fiora Blasi, Alessandra Cristiani, Gianni Staropoli
suono Michele Boreggi
concept video Raffaele Fiorella
produzione 369gradi
coproduzione Teatri di Vetro Festival/Triangolo Scaleno Teatro
residenze teatrali Residenza Idra (Brescia), Armunia (Castiglioncello), Teatro Crest (Taranto), Dracma Teatro – del Bello Perduto (Reggio Calabria), Carrozzerie n.o.t (Roma), Teatro del Lido di Ostia (Roma)

progetto vincitore del bando Cura 2017

durata 55′

www.369gradi.it

Dove tutto è stato preso c’è ancora una rosa gialla, un giardino di cui prendersi cura. Guidata dalle biografie di adulti e di bambini incontrati tra residenze e laboratori, viene raccolta una domanda essenziale che si consegna nella sua potente fragilità straripando dallo spazio scenico: se potessimo guardare come se fosse di nuovo la prima volta, cosa vedremmo?

Il guppo è nato a Roma, nel 2009, dal sodalizio artistico tra Tamara Bartolini e Michele Baronio, a partire dal progetto “La caduta_incontro tra artisti e territori” (realizzato in sinergia con musicisti, videomaker, fotografi). Nelle loro creazioni c’è un approfondito lavoro sulle biografie individuali e collettive, in un dialogo-concerto tra parola e musica, tra artisti e territori.

DATA INIZIO:luglio 19, 2018
ORARIO INIZIO:20.30

LOCALITÀTeatro alla Misericordia
DURATA55'
PREZZO BIGLIETTO INTERO9
PREZZO BIGLIETTO RIDOTTO6
FOTO E VIDEO DAL FESTIVAL
YouTube video player