VISIONARI

Il format dei Visionari nasce a Sansepolcro nel 2007 e ogni anno coinvolge un gruppo di cittadini della Valtiberina (“spettatori-non-addetti-ai-lavori”) nella selezione di 9 spettacoli da inserire nel cartellone di Kilowatt Festival. Le proposte artistiche pervenute tramite il Bando L’Italia dei Visionari – che riunisce altri 8 teatri e festival – vengono vagliate, una per una, dai partecipanti, fino alla selezione finale.
Essere un Visionario significa far parte di un gruppo di persone, tutte diverse tra loro, accumunate dalla curiosità e dalla passione per il mondo dello spettacolo dal vivo. L’esperienza dei Visionari rimane uno dei capisaldi di Kilowatt Festival, presidio di cittadinanza attiva: un modello che ha ispirato tante realtà nazionali ed europee, come testimonia anche il progetto europeo Be SpectACTive! di cui Kilowatt è partner capofila.
Hanno partecipato all’edizione 2021/2022 della Selezione Visionari 41 cittadini della Valtiberina che durante tutto l’anno ha vagliato, una per una, 420 proposte di spettacoli, per sceglierne 8 da presentare al festival. Un nono spettacolo è stato scelto da 6 Visionari under 18, chiamati VisioYoung, studenti del Liceo della Comunicazione San Bartolomeo di Sansepolcro.

L’ITALIA DEI VISIONARI 

L’Italia dei Visionari è un progetto ideato dal regista e drammaturgo Luca Ricci e promosso congiuntamente da CapoTrave/Kilowatt nell’ambito del progetto europeo “Be SpectACTive! “, e da: Festival Le Città Visibili (Rimini), TiPì Stagione di Teatro Partecipato (Area Nord Modena), MTM-Manifatture Teatrali Milanesi gestite dalla Fondazione Palazzo Litta per le Arti Onlus (Milano), *Progetto Fertili Terreni Teatro (Torino), Cantieri Danza/festival Ammutinamenti ed ErosAntEros / POLIS Teatro Festival (Ravenna), Spazio Off (Trento), Teatro TRAM (Napoli).
* Il Progetto Fertili Terreni Teatro è ACTI Teatri Indipendenti, Ass. Il Cerchio di Gesso, Tedacà e gestisce i teatri di BellArte, Off Topic, San Pietro in Vincoli.

Ogni anno viene lanciato un bando per singoli artisti e per compagnie emergenti e indipendenti che operano professionalmente nel teatro contemporaneo, nella danza e nella performing art. È uno dei pochi bandi che non pone i consueti limiti di età. In risposta al bando, ogni anno arrivano circa 300 spettacoli, ognuno dei quali viene presentato con una presentazione completa e un video.

In ognuna delle città coinvolte nel progetto, viene formato un gruppo di spettatori attivi, cittadini appassionati di teatro e danza, noto come “I Visionari”, incaricato di esaminare tutti i materiali ricevuti. Ogni anno il progetto coinvolge più di 400 Visionari (in due città ci sono gruppi di poco meno di 100 persone, negli altri gruppi di 30-50 persone). I diversi gruppi di Visionari lavorano in completa autonomia rispetto agli altri gruppi e scelgono spettacoli diversi per la programmazione di ciascuna delle istituzioni/teatri/festival coinvolti, per un totale di almeno 30 spettacoli offerti, tutti con pagamento a cachet.

Ingresso gratuito

Free entrance

DATA INIZIO:giugno 4, 2022