Tra palco e obiettivo: l’esperienza di Luca Del Pia. Anche il fotografo Luca Del Pia a Kilowatt Festival

di Michele Rossi

Un’esperienza tra fotografia e spazio scenico; questo è quanto offre il workshop di Luca Del Pia all’interno della decima edizione di Kilowatt Festival. L’esperienza del fotografo Del Pia in ambito scenico inizia oltre vent’anni fa quando fu folgorato dall’esibizione di due ballerini durante una manifestazione ad Arezzo. L’idea di poter entrare fisicamente nello spazio scenico e il poter entrare in diretto contatto con i performer portarono Luca Del Pia ad approfondire questo modo di fare fotografia, un genere che, secondo l’artista, non deve avere un approccio diverso rispetto alla fotografia tradizionale. All’interno di Kilowatt Festival, oltre a proporre un interessante workshop fotografico, Del Pia espone i propri lavori all’interno della mostra fotografica temporanea dal titolo Overground che si terrà per tutta la durata della manifestazione presso Palazzo Pichi Sforza in Via XX Settembre 134 a Sansepolcro e che sarà inaugurata domani, sabato 21 Luglio coinvolgendo anche la studiosa teatrale Adele Cacciagrano. L’esposizione immortala dieci performer che vengono estrapolati dal contesto del palco per essere trasferiti in uno spazio esterno e molto diverso dall’ambiente nel quale siamo abituati a conoscerli. Luca Del Pia ha espresso la propria gratitudine nei confronti del direttore artistico di Kilowatt Festival Luca Ricci in quanto “è riuscito a realizzare un festival di grande livello senza scendere a compromessi commerciali che caratterizzano il mondo contemporaneo”. La mostra che verrà ospitata nella città biturgense ha già toccato città come Modena e Milano con grande apprezzamento da parte della critica di settore ed è entrata a far parte di un volume dove l’arte viene creata attraverso accostamenti e richiami tra le foto; gli scatti restituiscono una visione doppiamente intima e personale; quella dei performer e quella del fotografo.