KILOWATT FESTIVAL 2012 – IL PROGRAMMA

[:it]

E' IL PENSIERO CHE CONTA.

Dieci anni di Kilowatt, mille anni dalla fondazione di Sansepolcro

Una coincidenza inattesa mette assieme i primi dieci anni di Kilowatt con il compleanno millenario di Sansepolcro, fondata nel 1012 dai pellegrini Egidio e Arcano, di ritorno da Gerusalemme. E così, ad accostare il teatro all’idea di fondazione di una città, viene in mente una commedia di Aristofane, Gli uccelli. Anche lì ci sono due cittadini: fuggono da Atene per costruire tra le nuvole “una città morbida, dove ci si possa sdraiare sopra come una pelliccia”. All’inizio i due camminano nel buio, inseguendo follemente un corvo e una cornacchia (non si insegue al buio ogni sogno?). Poi incontrano gli uccelli del cielo e con loro danno vita a un luogo di felicità dove vengono sovvertite tutte le regole vigenti. Fondare uno spazio collettivo significa pensare altrimenti e altrove, cioè alimentare la speranza di una società diversa e migliore. Tutto questo ha molto a che fare con la ricerca di nuovi linguaggi e con l’idea stessa di promuovere un festival. L’augurio per i prossimi dieci anni di Kilowatt e per i futuri mille anni di Sansepolcro non è più quello di fondare qualcosa, ma di s-fondare quello che già c’è, di decostruirlo, di farne uno spazio dove si possano ricercare gioia e bellezza, in una dimensione pubblica.[:en]

IT IS THOUGHT THAT COUNTS.

Ten years with Kilowatt Festival, one thousand years after Sansepolcro foundation

An unexpected coincidence links the first ten years of Kilowatt to the millennium of Sansepolcro, founded in 1012 by pilgrims Aegidius and Arcanus, coming back from Jerusalem. So, as putting together the theatre with the idea of founding a city, we thought of Aristophanes play The Birds. It is the story of two citizens who run away from Athens to found, among the clouds, “some cosy town, where you can repose as if on thick coverlets”. At the beginning the two men walk in the dark, madly chasing a raven and a crow (we chase in the dark any dreams, don’t we?). Then they meet the birds in the sky and, with them, they create a place of happiness where all rules are subverted. Founding a collective space means thinking in a new way and in a new space, nourishing hope of a better world. All this has much to do with the search for new languages and the very idea of promoting a festival. For the next ten years of Kilowatt and for the next thousand years of Sansepolcro we do not wish to found something, but to widen and deconstruct what is already there, so as to create a place where we can look for joy and beauty, in the community.[:]

locandinaWEBokk2-787x1024-1

VENERDI’ 20 LUGLIO

SABATO 21 LUGLIO

DOMENICA 22 LUGLIO

MARTEDI’ 24 LUGLIO

MERCOLEDI’ 25 LUGLIO

GIOVEDI’ 26 LUGLIO

VENERDI’ 27 LUGLIO

SABATO 28 LUGLIO

DOMENICA 29 LUGLIO