Residenze artistiche per la pace

Sono arrivate a Sansepolcro il 3 maggio, accolte dall’Associazione CapoTrave/Kilowatt e dall’Amministrazione Comunale, le artiste ucraine Polina Chebanu, Yuliana Kozlovets, Yeva Kozlovets, Lidiia Kuznietsova, in residenza artistica al Teatro alla Misericordia e ospiti presso la Casa degli Artisti di via dei Balestrieri. Nelle due settimane in città, la compagnia del Theater on Mikhailovskaya di Kiev ha potuto lavorare al nuovo progetto, How to talk to children about the war. Merito della collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e l’Associazione CapoTrave/Kilowatt che ha aderito all’appello lanciato dal network europeo IETM, per attivare una rete di sostegno per le compagnie artistiche ucraine.

L’Associazione biturgense diretta da Lucia Franchi e Luca Ricci si è subito attivata per creare una rete italiana di supporto, grazie a un piccolo investimento del Ministero della Cultura, a fondi propri e alla decisione della rete europea Be SpectACTive! di cui è partner capofila, di destinare una parte dei propri fondi europei agli artisti ucraini. Il Comune di Sansepolcro è intervenuto come facilitatore di questo processo ricevendo dal Ministero il contributo e devolvendolo interamente agli artisti.

Il progetto Residenze per la Pace coinvolge ben 26 centri di residenza artistica in 4 aree geografiche d’Italia, con il fine di ospitare le compagnie e consentirgli di proseguire il proprio lavoro creativo. Dopo la tappa biturgense la compagnia sarà in altri 6 centri di residenza tra Toscana, Emilia-Romagna, Umbria, per un totale di 3 mesi di ospitalità e lavoro creativo.

ALTRE NEWS

LE PAROLE E LE MANI
Giovedì 1 settembre, la presentazione del Drappo del Palio della Balestra 2022, realizzato da Bianco-Valente.

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn