Schuko “Come corpo cade”

CCC_1

Sabato 21 luglio, 23:50 / Santa Chiara

coreografie Marta Melucci, Francesca Telli, Cristiano Fabbri
disegno luci Paolo Spotti
costumi Raffaella Spampanato – Lamula
musiche originali Alberto Boccardi
con la collaborazione di Raffaella Gardon al violoncello
realizzato con il sostegno di Napoli Teatro Festival premio Fringe2Fringe 2010 e NAOnuoviautorioggi – Ariella Vidach AIEP 2011

durata 50’
per 80 spettatori, prenotazione consigliata

Lo spettacolo è ispirato al V canto dell’Inferno di Dante. In un girone in cui il vento soffia incessantemente e costringe i dannati a un moto senza tregua, si distinguono Paolo e Francesca, icone senza tempo, interpretati da un trio dai ruoli intercambiabili. La coreografia sviluppa il tema della caduta, metafora dell’amore.

Schuko è il nome di una presa elettrica, rimando a un contatto attivo, al passaggio di energia. Dal 2004 Schuko produce spettacoli e performance site specific, ospitati tra gli altri a: Festival di Santarcangelo, Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo, Pétites Scenes Ouvertes Paris, IN3 Scenographer’s Festival di Basilea, MART di Rovereto.

www.schuko.it