KILOWATT TUTTO L'ANNO 2016-2017
IL PROGRAMMA

CapoTrave + Andrea Cosentino / Lourdes

Giovedì 22 settembre, ore 21

libero adattamento dall’omonimo libro di Rosa Matteucci (Adelphi, 1998)
adattamento e regia Luca Ricci
collaborazione alla scrittura scenica e azione Andrea Cosentino
musiche originali eseguite dal vivo da Danila Massimi
produzione CapoTrave/Kilowatt, Pierfrancesco Pisani
con il sostegno di Regione Toscana, Teatro dell’Orologio di Roma
spettacolo vincitore de I Teatri del Sacro 2015

Dall’omonimo romanzo d’esordio di Rosa Matteucci, lo spettacolo dà vita a un divertente carnevale di personaggi, ciascuno con le proprie aspettative e speranze, tutti in viaggio verso Lourdes, in attesa di un miracolo.

Andrea Cosentino (Chieti, 1967) è un drammaturgo italiano, attivo in teatro anche come attore e regista. Cosentino arricchisce e fonde il narrare scenico con un tipo di azione performativa derivata dal cabaret televisivo. CapoTrave è la compagnia fondata da Luca Ricci e Lucia Franchi, residente a Sansepolcro.

www.capotrave.com

Francesco Marilungo / New Horizon

Venerdì 14 ottobre, ore 21

prova aperta al termine della residenza
di e con Francesco Marilungo
e con Alice Raffaelli
video Chiara Caterina
residenza creativa Kilowatt Festival

Nei prossimi mesi la navicella spaziale New Horizons partirà per portare fuori dal Sistema Solare un messaggio destinato a forme di vita extraterrestri. Una campagna di crowd-sourcing sta dando a chiunque la possibilità di partecipare a una sorta di autoritratto della Terra. Fra 30 anni, quando New Horizons raggiungerà lo spazio interstellare, quel racconto dirà qualcosa di quello che siamo oggi.

Dopo gli studi in ingegneria termo-meccanica, Francesco Marilungo, inizia nel 2010 l’attività di danzatore (tra gli altri con Enzo Cosimi) e quella di coreografo della propria compagnia.

www.facebook.com/francesco.marilungo.5

Stellario Di Blasi / Cariddi

Sabato 5 novembre, ore 21

prova aperta al termine della residenza
concept e danza Stellario Di Blasi
organizzazione 369 gradi
produzione FC@PIN.D’OC
in collaborazione con Collettivo Sicily Made
con il contributo di MIBACT, Regione Sicilia
residenze artistiche CSC Centro per la Scena Contemporanea, Kilowatt Festival

Cariddi, mostro e gorgo marino della costa siciliana, sulla punta dello stretto di Messina, si ritrova in solitudine, ultimo esemplare di una specie quasi estinta. Conserva in sé il ricordo di un mondo marino, parallelo al nostro, che sta per svanire. Parabola ecologica e immersione nel repertorio mitologico siciliano, lo spettacolo indaga i movimenti del corpo ispirati al mare.

Diplomato in pittura all’Accademia di Carrara, Stellario Di Blasi si forma come danzatore nella Compagnia Zappalà e lavora con Giovanna Velardi. Finalista al Premio Equilibrio Roma 2015.

www.facebook.com/stellario.diblasi

Tereza Hradilkovà, Einat Ganz, Klàra Alekovà / Otherlands

Sabato 12 novembre, ore 21

prova aperta al termine della residenza
concept, danza e regia Tereza Hradilková (CZ), Einat Ganz (IL), Klára Alexová (CZ/NL)
collaborazione artistica Marie Gourdain (Fr)
producer Jakub Hradilek
editor Marko Bogdanovič
produzione Veronika Hladká
co-produzione Tanec Praha, Truhlárna
nell’ambito del progetto europeo Be SpectACTive! – CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro (IT), Bakelit Multi Art Center Budapest (HU), B-51 Ljubljana (SI), Domino Zagreb (HR), LIFT London (UK), Tanec Praha (CZ), Teatrul National Radu Stanca Sibiu (RO), York Theatre Royal (UK)
con il supporto di Ministerstvo kultury ČR, MHMP

Tre autrici, tre donne residenti in tre diversi Paesi: Repubblica Ceca, Paesi Bassi e Israele. Come differisce l’essere donna, oggi, in un posto anziché in un altro? Partendo da interviste video fatte a donne reali, di diverse età, lo spettacolo indaga miti e stereotipi del genere femminile.

Diplomata al Duncan Center e alla Theatreschool di Amsterdam, Tereza Lenerová Hradilková danza in numerose compagnie tra Repubblica Ceca, Germania, Francia e Israele.

www.tanecpraha.cz

Teatro del Loto / Re Lear

Domenica 20 novembre, ore 17

di William Shakespeare, traduzione di Alessandro Serpieri
con Bianca Mastromonaco, Simone Bobini, Michela Ronci, Lorenzo Massa, Eva Sabelli, Danilo Capezzani, Michele Manocchio, Fabrizio Russo, Marco Caldoro, Gianluca Vicari, Piero Grant
adattamento e regia Stefano Sabelli
musiche dal vivo Bukurosh Balkan Orchestra di Riserva MOAC
aiuto regia Eva Sabelli
scene Michelangelo Tomaro
costumi Marisa Vecchiarelli
disegno luci Daniele Passeri
direttore di scena Vittorio Ziccardi
produzione Libero Opificio Teatrale Occidentale di TeatriMolisani soc. coop.

A quattrocento anni dalla morte di Shakespeare, in un’atmosferica balcanica da implosione di frontiere, fra fanfare gipsy e carrozzoni gitani, Re Lear, stanco e zingaro, indaga i temi della decomposizione della famiglia, della follia senile e della caducità di regnanti e regni.

Nell’ambito della produzione e della formazione teatrale, in Molise, il Teatro del Loto occupa un ruolo di primo piano, indirizzandosi a un teatro d’arte e di ricerca.

www.teatrodelloto.it

Interno 5 – collettivo NADA / Across the border

Sabato 26 novembre, ore 21

regia e coreografia Antonello Tudisco
assistente alla drammaturgia Domenico Ingenito
disegno luci Giuseppe Di Lorenzo
interpreti Flavio Ferruzzi, Orlando Izzo, Gaetano Montecasino, Angelo Petracca, Rino Rivetti, Francesco Russo
produzione Interno5 danza – residenza creativa Teatri Associati / Napoli
con il sostegno del MIBACT
spettacolo selezionato per il TanzMesse di Düsseldorf

I corpi statuari delle fotografie di Robert Mapplethorpe e delle sculture di Michelangelo sono i punti di partenza di uno spettacolo che ha come tema l’attraversamento dei confini, il superamento dei blocchi che imprigionano le nostre identità. Ci si può liberare dai limiti esteriori, restando fedeli alla bellezza?

Collettivo NaDa nasce nel 2010 da un gruppo di artisti guidati dal coreografo Antonello Tudisco, cofondatore di Interno 5, associazione che si occupa di organizzazione e produzione di teatro e danza.

www.interno5teatro.it

Alessio Martinoli / Francesco d’Assisi

Venerdì 23 Dicembre, ore 21

prova aperta al termine della residenza
regia e interpretazione Alessio Martinoli
con la collaborazione di Laura Bandelloni

A quasi ottocento anni dalla morte, Francesco d’Assisi è una delle figure più studiate e venerate al mondo. Lo spettacolo approfondisce la persona storica, ma anche l’uomo che ha ispirato per secoli il culto religioso, creando pensieri ed emozioni, soprattutto emozioni.

Attore drammaturgo e regista fiorentino, Alessio Martinoli ha lavorato sui testi di Dino Buzzati. Collabora con Laura Bandelloni: insieme sono protagonisti de “Les Argonautes” in Lussemburgo.

www.esperimentodeserto.wordpress.com

Francesco Colaleo & Maxime Freixas / Chenapan

Martedì 24 Gennaio, ore 21

prova aperta al termine della residenza
ideazione
Francesco Colaleo
regia e coreografia Francesco Colaleo e Maxime Freixas
co-produzione Artemis Danza
con il sostegno di Magic T.
in collaborazione con Anghiari Dance Hub, CapoTrave/Kilowatt

Chenapan è un progetto artistico che intende mettere in scena i giochi di una volta, generando nel pubblico un forte processo di riconoscimento. Gli atti creativi si esprimono semplicemente, così come sono, in quadri vivaci di intenzioni: nessun supporto tecnologico, ma soltanto i corpi e le loro curisoità irrefrenabili.

Francesco Colaleo è un danzatore e coreografo freelance. Collabora attualmente con diverse compagnie: Artemis Danza (IT), Tiziana Arnaboldi (CH) e Anou Skan (FR). Nel 2010 ha seguito un master di alta formazione per la danza contemporanea alla Biennale di Venezia, sotto la direzione artistica di Ismael Ivo

compagniemf.wix.com/compagniemf

Vincenzo Manna / Cani

Sabato 4 Febbraio, ore 21

prova aperta al termine della residenza
testo e regia
di Vincenzo Manna
con Federico Brugnone, Aram Kian, Zoe Zolferino
disegno luci Javier Delle Monache
costumi e oggetti di scena Cassepipe Compagnia
direzione di produzione Alessia Esposito
comunicazione Benedetta Boggio
una produzione 369 gradi
direttore artistico Valeria Orani
con il sostengo di Armunia Festival Inequilibrio, Florian Metateatro, CapoTrave/Kilowatt

Una postazione di alta montagna al confine tra due paesi differenti per etnia e religione. Due soldati a guardia di un passaggio di frontiera. “Cani” è un lento scivolare nella follia, un disperato tentativo di sopravvivenza al cospetto di una natura maestosa spettatrice della violenza umana.

Vincenzo Manna è autore e regista, sceneggiatore e traduttore. Numerosi i riconoscimenti ottenuti finora, tra cui, al 53° Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Premio SIAE come miglior nuovo autore.

www.vincenzomanna.com

Eleonora Pippo / Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra

Venerdì 3 Marzo, ore 21

prova aperta al termine della residenza
“Ragazzine” è un programma di formazione gratuito per le ragazze (dai 14 ai 20 anni), per la sperimentazione attiva del processo di creazione di uno spettacolo, ispirato all’omonimo lavoro del celebre fumettista Ratigher. Il risultato è una performance originale nata durante una residenza intensiva, a Sansepolcro.

Eleonora Pippo (Pordenone, 1976) si è formata alla Scuola del Teatro Stabile di Torino, con la compagnia Via Negativa di Lubiana e con Thomas Ostermeier. Agrupacion Senor Serrano e con Richard Maxwell. Ha vinto il Premio Scintille 2010 Asti Teatro Festival e il Premio SpaziOff 2012.

Compagnia Occhisulmondo / Amleto – Un principe

Venerdì 24 Marzo, ore 21

da William Shakespeare
in coproduzione con Regione Umbria, Comune di Perugia, Centrodanza, Associazione Demetra Centro di Palmetta, Teatro Cucinelli, Teatro Mengoni
con Daniele Aureli, Amedeo Carlo Capitanelli, Caterina Fiocchetti, Andrey Maslonskin, Greta Oldoni, Raffaele Ottolenghi, Matteo Svolacchia.
costumi e scene Francesco SKY Marchetti
realizzazione costumi Elsa Carlani Caschemire
sound designer Nicola “Fumo” Frattegiani
drammaturgia e regia Massimiliano Burini

A cosa serve il Teatro? A cosa servono i classici? Non c’è niente di più di questa domanda nella scelta di tentare una nuova messa in scena di un’opera così maestosa come l’Amleto. Una rilettura perfettamente fedele all’originale, nella quale lo spettatore insieme all’attore compie l’atto creativo attraverso l’immaginazione.

La compagnia perugina OcchiSulMondo – OSM è composta da danzatori e attori provenienti da esperienze formative e professionali diverse. Il processo dis tudio di OSM si orienta sullo spazio vuoto, sul corpo e sulla drammaturgia. La compagnia ha avuto incontri di studio con Jurij Alshitz e Francis Pardeilhan.

www.occhisulmondo.org

Progetto Demoni / Lost Generation – primo studio

Domenica 23 Aprile, ore 17

prova aperta al termine della residenza
di e con Alessandra Crocco e Alessandro Miele
luci Angelo Piccinni
con il sostegno di CapoTrave/Kilowatt

La drammaturgia si nutre della biografia e del mondo poetico dello scrittore americano Francis Scott Fitzgerald e di sua moglie Zelda, protagonisti di successo della “lost generation” degli anni 20 del Novecento. Scott e Zelda hanno vissuto il benessere di un’eopca incosciente e si sono ritrovati adulti tra le macerie di una crisi.

Alessandra Crocco e Alessandro Miele, lei pugliese, lui campano, fondano nel 2012 a Lecce la compagnia Progetto Demoni realizzando come autori e attori “Demoni – Frammenti”, presentato in vari festival e “Fine di un romanzo”.

www.progettodemoni.it

KILOWATT DEI RAGAZZI 2016-2017

Florian Metateatro / Doralinda e le muse ovine

Domenica 16 ottobre, ore 17

da un racconto di Dario Oggiano
con Flavia Valoppi
drammaturgia e regia Isabella Micati, Flavia Valoppi,  Alessio Tessitore
oggetti di scena Officina delle Invenzioni, Arago Design
scenografie La galina Caminante
supervisione artistica Giulia Basel

É una favola dedicata alla bellezza creata col sapere delle mani: l’arte della tessitura. Ambientata in una montagna incontaminata, la storia racconta di un viaggio nella tradizione abruzzese. Una ricca scenografia e molti oggetti di scena accompagnano questo racconto magico e pauroso, poetico e sofisticato.

Con trent’anni di attività alle spalle e 100 spettacoli prodotti, nell’ambito del teatro per ragazzi, il Florian di Pescara è una delle realtà più importanti di questo settore, in Italia.

www.florianteatro.com

età consigliata: da 7 a 99 anni

Teatrino Dei Fondi / Il chicco di grano

Domenica 13 novembre, ore 17

Produzione Teatrino dei Fondi
testo di Angelo Italiano e Sabrina Andreuccetti
con Anna Dimaggio / Ilaria Gozzini
scenografie e pupazzi Federico Biancalani
regia Enrico Falaschi

Una favola dal sapore antico per pupazzi e narrazione, incentrata sull’amore per la natura e la ciclicità delle stagioni e pensata per un pubblico di piccoli spettatori dai 3 ai 7 anni di età. Lo spettacolo racconta la storia di due formiche, Milly e Molly, che, come ogni anno in estate, partono in cerca delle provviste da raccogliere e conservare in vista dei mesi invernali. Durante la loro ricerca però scoprono da due contadini, intenti a parlare tra loro, che è possibile far nascere una spiga, che conterrà tantissimi chicchi di grano, piantandone un solo chicco. Entusiaste della scoperta tornano al formicaio e riferiscono la notizia alla regina, domandando di poter seminare il chicco che loro avevano trovato invece di stivarlo nel magazzino insieme a tutti gli altri chicchi. La regina alquanto superba ed ignorante acconsente a patto che l’esperimento vada a buon fine altrimenti per Milly e Molly saranno guai….

www.teatrinodeifondi.it

età consigliata: da 7 a 99 anni

Piccoli Principi / Ritagli

Domenica 18 dicembre, ore 17

scritto ed interpretato da Alessandro Libertini
regia Alessandro Libertini e Véronique Nah
suono Luca Libertini e Véronique Nah
collaborazione artistica e tecnica Claudio Coloberti
collaborazione artistica Antonia Monticelli
organizzazione Chiara Fantini
con il sostegno di: Théâtre Massalia/La Friche Belle de Mai, Marseille; Théâtre Athénor, Saint-Nazaire; L’Yonne en scène, Perrigny; Festival Maggio all’Infanzia, Bari; Fondazione Sipario Toscana, Cascina; Regione Toscana

SI assiste al lavoro di un artista nel suo atelier: egli disegna con le forbici, servendosi della tecnica del papier découpé crea ambientazioni suggestive. Come per incanto, i suoi découpages diventano spunti per storie da narrare, storie nate direttamente dal manovrare le forbici.

Fondata nel 1979, la Compagnia Piccoli Principi produce e distribuisce spettacoli teatrali, con grande attenzione al mondo dei ragazzi. Ha sede a Calenzano (Fi) e svolge la sua attività in Italia e all’estero.

www.piccoliprincipiteatro.it

età consigliata: da 3 a 99 anni

Unterwasser / Out

Sabato 11 Febbraio, ore 17

ideazione, drammaturgia, regia, costruzione pupazzi, scene, costumi, suoni, interpretazione Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti, Giulia De Canio
finalista Premio Scenario Infanzia 2014

Un viaggio poetico, senza parole ma con l’uso di diverse tecniche del teatro d’immagine. L’iniziazione e formazione di un bambino: egli viene e-ducato, cioè condotto fuori dalla sua casa, e messo in relazione col mondo e con i suoi contrasti.

Unterwasser (sotto l’acqua) è un bacino di ricerca teatrale che indaga le potenzialità poetiche, evocative e comunicative del teatro di figura attraverso uno studio di tecniche e materiali. Sotto l’acqua è il simbolo, il mito, l’utopia. Per attingervi occorre infrangere lo specchio della superficie e immergersi.

www.unterwassertheatre.wordpress.com

da 6 a 99 anni

Compagnia Sosta Palmizi / Col naso all’insù

Domenica 5 Marzo, ore 17

da un’idea di Giorgio Rossi
percorso drammaturgico Nadia Terranova
interpreti Elisa Canessa, Federico Dimitri e Francesco Manenti
costumi Roberta Vacchetta
illustrazioni e scenografie Francesco Manenti
una produzione Associazione Sosta Palmizi con il sostegno di Armunia

Siamo a Kronos: qui si decide il destino di ogni nascituro, qui lo si spedisce ai futuri genitori secondo rigide, imperscrutabili regole che nessuno, fin dai tempi di Adamo ed Eva, ha mai messo in discussione. Finchè un giorno un futuro bambino si ribella: proprio non gli va che qualcuno decida per lui.

La compagnia di danza contemporanea Sosta Palmizi nasce nel 1984 dall’incontro dei danzatori e coreografi Michele Abbondanza, Francesca Bertolli, Roberto Castello, Roberto Cocconi, Raffaella Giordano e Giorgio Rossi, dopo un periodo di lavoro con Carolyn Carlson presso il Teatro La Fenice di Venezia.

www.sostapalmizi.it

da 5 a 99 anni