Kilowatt Festival 2010

Documento di Visione 2010

 

SI SALVI CHI FA

Si salvi chi ci mette coraggio e passione, in quello che fa.
Chi non smette di alzare la voce quando riconosce un’ingiustizia.
Si salvi chi investe la propria vita nel proprio lavoro, e si salvi chi lavora bene.
Si salvi una generazione che non può finire schiacciata dai propri padri che stanno ancora ribellandosi ai propri nonni.
Si salvi chi ha sensibilità per la bellezza, chi ha intelligenza per la cultura.
Si salvi il teatro vivo, in Italia, e la danza viva, e la musica viva, non tutto il teatro, non tutta la danza, né tutta la musica.
Si salvino gli artisti, ché abbiamo tanto bisogno di loro, tanto: delle loro rinunce e dei loro sacrifici si nutre la nostra vita.
Gli artisti ci servono!
Nel mare agitato dei tagli alla cultura si salvi anche il nostro festival, che quest’anno è stato riempito di complimenti per ogni dove, e per premio è stato decurtato del 25% su un bilancio già magro (ci scusino gli spettatori se dobbiamo tagliare tre giorni di programmazione; e grazie alle compagnie di Kilowatt 2010 che hanno accettato di venire con compensi molto ribassati, per salvare questa edizione del festival).
Si salvino i Visionari, centro del nostro progetto di politica culturale, perché serve un pubblico nuovo, ingegnoso, partecipe, per costruire il teatro del futuro.
Si salvi questo Paese, ché soffre, adesso. Perché se “la crisi” non ne rafforzerà la parte migliore, sarà stata un’occasione perduta.

SANSEPOLCRO, COMPLESSO DI SANTA CHIARA

18:30 inaugurazione della mostra
“Kilow’art: la scena elettrografica” di Renzo Francabandera
e della “Kilow’art Temporary Gallery 2010”



David Batignani
Assolutamente solo (uno spettacolo di trasformismo) prima nazionale
di e con David e Mario Batignani
co-produzione Kilowatt Festival
con il sostegno di Compagnia Piccoli Principi, Teatro Comunale di Castiglion Fiorentino/ Festival Visioni.

durata 50 minuti

Davanti a un numero di trasformismo, chi non si è mai rifugiato nell’illusione che in scena ci fossero non uno, ma due artisti, magari gemelli, comunque uguali tra loro? Su questo equivoco si è formato il desiderio di un figlio di portare in scena il proprio padre, per creare uno spettacolo che ponga a confronto due identità così simili, così diverse tra loro.

David Batignani è l’autore di Caravankermesse, spettacolo per 10 spettatori realizzato all’interno di un caravan, presentato in numerosi festival nazionali, tra cui Kilowatt Festival ’09. É stato finalista nel 2010 alla prima edizione del Festival Vertigine di Roma. Dal 2004 collabora con la compagnia Piccoli Principi.

Coproduzioni Kilowatt Festival
CapoTrave
Virus prima nazionale
ideazione, drammaturgia e scena Lucia Franchi e Luca Ricci
collaborazione alla drammaturgia e azione Simone Faloppa e Pietro Naglieri
realizzazione scena Stefan Schweitzer e Luca Giovagnoli
oggetti plastici Katia Titolo
ambiente sonoro Fabrizio Spera
regia Luca Ricci
co-produzione Kilowatt Festival con il sostegno di Rialto Santambrogio di Roma, Teatro Comunale “G. Papini” di Pieve Santo Stefano(Ar), Teatro di Anghiari (Ar), L’Arboreto / Teatro Dimora di Mondaino (Rn), Teatro Furio Camillo di Roma

durata 50 minuti

Un topo, poi un altro, un altro ancora. Con questa progressione di insidie l’epidemia si fa strada nella città degli uomini. Il persistere sottotraccia di un virus riguarda la presenza del male. È questione individuale e pure sociale. Dorme tra noi, insieme al nostro sonno; in massima parte esso è il nostro stesso sonno.

CapoTrave nasce a Pieve Santo Stefano (Ar) nel 2003, e dal 2009 ha sede a Sansepolcro, continuando a operare tra la Toscana e Roma. Il primo lavoro, Felicità ha vinto il Premio Giovani Artisti del Teatro Libero di Palermo. Il più recente, Robinsonade, co-prodotto con Armunia, ha debuttato a Kilowatt nel 2008. La compagnia ha ideato e promuove il Kilowatt Festival.

quotidiana.com
Sembra ma non soffro
prima nazionale

di e con Roberto Scappin e Paola Vannoni
co-produzione Kilowatt Festival
con il sostegno di Provincia di Rimini

durata 50 minuti

La buona regola vuole che la nostra sensibilità si misuri nell’inclinazione alla sofferenza. Ma esiste un dolore reale? Quello che rifiuta di essere detto? La verità incomunicabile può forse essere mostrata solo dal comico, in grado di rivelare l’ineffabilità del dolore, della ferita. Figure incasellate nella striscia di un fumetto… Sob!

Roberto Scappin e Paola Vannoni fondano nel 2003, a Rimini, quotidiana.com. La loro ricerca estetica e di linguaggio procede nell’essenzialità (mai nel rifiuto) della parola. Le precedenti produzioni sono: Solo, La stanza dell’esigenza, Carcasse, MeDeo e Tragedia tutta esteriore, spettacolo che li ha rivelati a livello nazionale, selezionato dai Visionari a Kilowatt 2009.

24:00 dj-set con Elicheinfunzione
presso il Pub Compass Rose

SANSEPOLCRO, COMPLESSO DI SANTA CHIARA

18:30 reading Minimum Fax: Carlo D’Amicis “La battuta perfetta”

Selezione visionari
Città di Ebla
La metamorfosi – terza mutazione

ideazione, luci e regia Claudio Angelini
aiuto regia Valentina Bravetti
interpretazione e studio sulla figura Alessandro Bedosti
paesaggi sonori Elicheinfunzione sound capture e direzione tecnica Luca Giovagnoli
cura degli allestimenti Elisa Gandini
co-produzione Festival L’occidente nel labirinto – Teatro Diego Fabbri
in collaborazione con OFFicINa1011 di Triangolo Scaleno Teatro

durata 45 minuti

Creazione scenica liberamente ispirata al racconto di Kafka. Sentirsi spaventati dalla propria disumana umanità. Divenire animale, coltivare la mosca, la blatta che è in noi, invece di inseguire le archetipiche figure familiari come la psicanalisi ci suggerisce. Non c’è nulla di psicanalitico o simbolico in Kafka. Ci sono corpi divenuti animali ora.

Collettivo artistico formatosi nel 2004 a Forlì, ha prodotto i lavori scenici Othello, Wunderkammer, progetto Pharmakos. Fa parte della pubblicazione “Iperscene”. Nel 2005 partecipa alla Biennale del Mediterraneo a Napoli; nel 2006 vince Loro del Reno a Bologna; nel 2008 la Fondazione Pontedera Teatro produce la conclusione del progetto Pharmakos che debutta a Fabbrica Europa.

Selezione visionari
Macellerie Pasolini
Love car
drammaturgia Ennio Ruffolo
con Cristina Matta e Romano Treré
drammaturgia sonora Fabio Fiandrini luci Leonardo Principe scenica Sara Garagnani

Realizzata all’interno di una vettura attorno alla quale si dispongono gli spettatori, questa è la prima tappa di una trilogia che declina il tema del “viaggio” nella sua accezione più vasta; qui si traccia metaforicamente il percorso di un’intera esistenza nell’attimo che precede il suo trapasso. Con un inevitabile rimando al problema etico e politico dell’eutanasia.

durata 25 minuti

Macellerie Pasolini è un progetto che prevede il coinvolgimento di artisti di varia nazionalità, disciplina e formazione,chiamati a collaborare intorno ai temi della cultura contemporanea. Istituito a Roma nel 2009, il gruppo opera nei luoghi di residenza artistica dei suoi componenti: oltre a Roma, Bologna e New York, sono in via di attivazione le sedi di Londra e Madrid.

Carrozzeria Orfeo
Sul confine
drammaturgia Gabriele Di Luca
diretto e interpretato da Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi
musiche originali Massimiliano Setti luci Diego Sacchi
co-produzione Centro RAT – Teatro dell’Acquario in collaborazione con Questa Nave

durata 50 minuti

Tre uomini raccontano la storia di una guerra, partendo dai loro drammi personali. Il confine è conflagrare di vita e morte, è lo spazio della scelta, è a-geografico, a-temporale, ma con espliciti richiami ai recenti conflitti balcanici, allo scandalo dell’uranio impoverito e all’ipocrisia dei governi collusi, con le loro missioni di “peace keeping”.

Diplomati all’Accademia “Nico Pepe” di Udine, Massimiliano Setti e Gabriele Di Luca insieme a Luisa Supino, costituiscono nel 2007 la compagnia Carrozzeria Orfeo. Gli spettacoli sin qui realizzati sono Nuvole Barocche, Gioco di Mano e Sul Confine, quest’ultimo vincitore della quinta edizione del Premio Tuttoteatro.com “Dante Cappelletti”.

24:00 dj-set con AMO & SLEAF presso il Pub Compass Rose

SANSEPOLCRO, COMPLESSO DI SANTA CHIARA

10:30 incontro Visionari – Fiancheggiatori – Compagnie

18:00 Premio Kilowatt/Ubulibri ad un giovane curatore under 35

Selezione Visionari
CollettivO CineticO / Francesca Pennini
D 2/2 monoscritture retiniche sull’oscenità dei denti
concept, regia, azione in scena Francesca Pennini
azione fuori scena, tecnica e brainstorming Andrea Amaducci /Angelo Pedroni
con il sostegno di Operaestate Festival Veneto

durata 30 minuti

Una riflessione sull’osceno attraverso un sorriso che si mostra come identificazione, rovesciamento dello scheletro dentale all’esterno. Sorriso della cinica messa in posa per una foto ricordo, di un accattivante brand pubblicitario o di uno slogan elettorale. L’osceno, ciò che deve rimanere fuori scena, viene portato alla luce, diventa merce per la retina.

Francesca Pennini (1984) vive e lavora tra Berlino e Ferrara. Esordisce come ginnasta agonista e studia danza contemporanea presso il Balletto di Toscana e il Laban Dance Centre di Londra. Nel 2007 fonda CollettivO CineticO, una rete flessibile e attraversabile di artisti e ricercatori multidisciplinari. Nel 2008 vince il Premio GD’A Emilia Romagna. È attualmente danzatrice per Sasha Waltz & Guest.

Selezione Visionari
Francesca Foscarini
Kalsh
coreografia e danza Francesca Foscarini
elaborazioni musicali e disegno luci Simone Sonda
costume Federica Todesco

durata 15 minuti

Kalsh indaga il tema dell’ “abbandono”, come rinuncia, cedimento, riduzione della presa sul mondo e conseguente sprofondare al suolo. In contrapposizione, torna forte la volontà di rialzare quel corpo che sembra aver dimenticato la posizione eretta. Kalsh, da Kalashnikov. Un’arma che rende combattente anche una scimmia.

Veneta, di Bassano del Grappa, danzatrice e giovane coreografa indipendente. Importanti per la sua formazione artistica le esperienze professionali con Aldes di Roberto Castello, Sonia Brunelli e Sara Wiktorowicz. Attualmente è impegnata nel progetto internazionale di ricerca coreografica Choreoroam. Kalsh è la sua prima creazione, finalista al GD’A Veneto 2009.



Selezione Visionari
Dionisi
Serate bastarde
di e con Renata Ciaravino e Carmen Pellegrinelli
e con Silvia Gallerano
aiuto regia Carlo Compare
film-making Elvio Longato
co-produzione Etre – Fondazione Cariplo, Next – Regione Lombardia

durata 70 minuti

Esiste una versione ufficiale del nostro presente. In genere è raccontata dalla tv, che diventa così la verità, e noi, nella vita, cerchiamo di riprodurla. Per riuscirci occorre essere tendenzialmente belli, ricchi e di successo. C’è un solo problema: nella realtà siamo storti, tendenzialmente brutti, tendenzialmente senza soldi.

Il cuore della compagnia è quello di Renata Ciaravino e Carmen Pellegrinelli, che lavorano principalmente sul mondo che hanno intorno e di cui fanno parte, attingendo a un cross-over di linguaggi che va dalla prosa alla stand up, dall’hard cabaret, al video, all’happening. I Dionisi sono di Milano.

24:00 dj-set con GBC DJ presso il Pub Compass Rose

SANSEPOLCRO, COMPLESSO DI SANTA CHIARA

10:30 incontro Visionari – Fiancheggiatori – Compagnie



Massimo Zenga
Variazioni
di e con Massimo Zenga
advisoring e luci Lisa Masellis
consulenza musicale Lorenzo Sette

durata 25 minuti

Un tempo impreciso scorre, inciampa, si affretta così velocemente da non riconoscere più il prima e il dopo… Un repertorio d’immagini falsamente eleganti e ambigue, in cui un uomo vive il suo quotidiano chiuso nella propria stanza “mentale”, un corto circuito tra il mostrarsi con compiacenza e l’eco di qualcosa d’intimo, che rimbomba nella testa.

Dopo aver studiato scenografia all’Accademia di Belle Arti di Bari inizia l’attività artistica come scenografo, poi come danzAttore. Il suo primo lavoro è Solo in Due (2007). Nel 2009, nell’ambito del progetto Teatri Abitati – Residenze Teatrali in Puglia, è autore dello studio Variazioni, selezionato per il Festival di danza Visioni di (p)arte.

Ariolfo_Varriale
Who_man
coreografia e danza Eleonora Ariolfo e Fabrizio Varriale
interazioni video Giorgio Rinolfi
luci Michele Di Rocco

durata 40 minuti

Sabato pomeriggio, in una delle tante vie del centro: storie e persone che si incontrano senza scoprirsi. Un lui e una lei si staccano dalla folla e vivono un incontro, uno scambio. La costruzione dell’habitat diventa il momento di maggiore condivisione. Dal pellegrinaggio Ikea nascono i figli: Ivar, Billy, Floro e Tundra. Ma probabilmente non vedranno la luce di un nuovo trasloco…

Dopo la tournèe internazionale del solo Parole Mute, prodotto nel 2007 dal Festival del Ticino, Eleonora Ariolfo incontra Fabrizio Varriale, impegnato come interprete presso la compagnia del Teatro Nuovo di Torino. Diplomata all’Accademia di Rotterdam lei, di formazione eclettica lui (dall’Alvin Ailey American Dance Theatre al The Place di Londra), intraprendono questa nuova avventura artistica insieme.

OHT Office for a Human Theatre
Bios Unlimited
regia, scena, video Filippo Andreatta
suono, voce Francesca Bucciero
disegno luci Arnaud Poumarat tecnico luci Giuseppe D’Alterio
co- produzione Gli Ipocriti, Teatro Pubblico Campano con il sostegno di In teatro
progetto vincitore Nuove Sensibilità 2008

durata 25 minuti

Uno spettacolo composto di sole voci e colori, con in scena ventisette casette, tutte bianche, sopra cui si disegna un racconto collettivo. In assenza di un cantastorie contemporaneo è proprio il vuoto lasciato dal narratore a sagomare il lavoro sull’ingombro dei corpi non raccontati. Gli stessi corpi che, grazie alla narrazione, ritrovano umanità.

Laureati allo Iuav di Venezia, si perfezionano all’accademia Ifa 2008 a Polverigi (An). Bios Unlimited è il loro primo lavoro insieme: è stato presentato sia come installazione (Drodesera, InteatroFest2009, Diskurs Festival – DE), che – come accade qui a Kilowatt – come performance (Festival Teatro a Corte, Museo Madre di Napoli, Incontri Internazionali – CH).

23:00 incontro Visionari – Fiancheggiatori – Compagnie


24:00 dj-set presso il Pub Compass Rose

ANGHIARI, VIA MAZZINI

21:30 Squartet in concerto

SANSEPOLCRO, ENOTECA TIRARTARDI

21:15 reading Minimum Fax
Francesco Pacifico
Ogni maledetta domenica. Otto storie di calcio

ANGHIARI, PIAZZA DEL POPOLO

 
18:00 Vincenzo Fasano in concerto

dalle 18:00 alle 19:00 / dalle 20:00 alle 21:30
(durata 7 minuti, uno spettatore alla volta)

Lucia Franchi
Messaggi in bottiglia
di e con Lucia Franchi

durata 7 minuti, uno spettatore alla volta

Nelle stazioni dei treni, tra le bacheche delle università, nei bagni pubblici, ogni luogo accumula parole, frasi, offerte e richieste d’aiuto. Ognuna di queste rischia di perdersi, spesso non arriva a toccare l’approdo sognato. Recuperarle per una a una significa ricostruire una mappa delle speranze, concreta geografia delle possibilità, spesso irrealizzate.

Lucia Franchi è fondatrice della compagnia CapoTrave, per la quale ha lavorato prima come attrice, poi nella formazione e nella drammaturgia. Messaggi in bottiglia è un esperimento di linguaggio performativo che punta all’apertura di un nuovo percorso di lavoro.



19:00 Teodoro Bonci del Bene 

Big Action Kilowatt – Secondo studio

musiche dal vivo e programmazioni elettroniche Marco Mantovani
co-produzione Milanotrepuntozero – Fondazione Scuole Civiche di Milano

durata 50 minuti

La città è New York, il periodo va dagli anni Sessanta agli Ottanta. Sembra la biografia di un unico pittore, ma invece è Andy Wharol e Jean Michel Basquiat e Keith Haring, è tutti loro messi insieme e nessuno di loro. È il racconto immaginario di una vita dentro la pittura, costruito coi pezzi “rubati” alle vite di pittori realmente esistiti.

Giovane attore riminese, Bonci del Bene è il primo allievo italiano del Teatro d’Arte di Mosca (fondato da Konstantin Stanislavskij nel 1898), dove si è laureato con lode, nel 2008. Si è specializzato nel linguaggio del combattimento teatrale, delle armi e della scherma vincendo il premio Tarkanov 2008.


21:30 Sacri Cuori in concerto


22:15 Ardecore in concerto


23:00 Hugo Race and the Fatalists in concerto

The After Party: festa finale di Kilowatt 2010
Sabato 31 luglio, a partire dalle ore 24:00 a La Motina di Anghiari, presso la sede di Mea Revolutio(nae), festa di chiusura di Kilowatt 2010, con concerti e dj-set.


Mostre


Kilow’art – la scena elettro-grafica, le graphic performance dal vivo di Renzo Francabandera

Renzo Francabandera racconta il teatro disegnando, nel buio della sala, frammenti occasionali, rubati in rapidità alla scena. Il progetto “Kilow’art: Scena elettro-grafica”, realizzato con il patrocinio di Mercurio Promozioni, presenta presso l’Auditorium di Santa Chiara una serie di opere eseguite in occasione di alcune live performance dell’artista, comprese quelle che avranno luogo nel corso delle serate e degli spettacoli di Kilowatt 2010.
Inaugurazione giovedì 22 luglio ore 18:30. La mostra rimane aperta fino a domenica 25 luglio compreso, dalle ore 17:00 fino al termine degli spettacoli. Ingresso libero.

Kilow’art – Temporary gallery

Corto(circuito) espressivo di artisti emergenti, presso l’auditorium e il chiostro di Santa Chiara, a partire da giovedì 22 luglio. Ingresso libero, tutti i giorni, dalle 17:00 in poi.

Tra gli artisti in esposizione: Arianna Lerussi, Klaus Morgue, Alessandra Rinaudo, Marta Coletti, che formano un collettivo bolognese tecnicamente eterogeneo ma stilisticamente affine, con opere che vanno dalla pittura alla fotografia, fino all’installazione video e audio.
Negli stessi spazi espongono i fotografi Alessandro Banducci, Andrea D’Ambrosio, Paolo Lafratta.

Arianna Lerussi

Klaus Morgue

Alessandra Rinaudo

Marta Coletti

Alessandro Banducci

Andrea D’Ambrosio

Paolo Lafratta

Alessandro Paci


Incontri

Visionari – Fiancheggiatori – Compagnie
Presso l’Auditorium di Santa Chiara, nelle mattine di sabato 24 e domenica 25 luglio, alle ore 10:30, e nella serata di domenica 25 luglio, alle ore 23:00, il gruppo di “spettatori-non-addetti-ai-lavori”, detti i Visionari, che ha lavorato durante tutto l’inverno vagliando, una per una, ben 254 proposte per scegliere nove spettacoli da presentare al festival, incontra le compagnie invitate, alla presenza dei Fiancheggiatori, cioè di alcuni tra i più importanti nomi della critica nazionale.
Gli incontri sono pubblici e a ingresso libero.


Premio Kilowatt/Ubulibri

Premio Kilowatt – Ubulibri, al giovane curatore under 35
Il festival Kilowatt e la casa editrice milanese Ubulibri lanciano la prima edizione di un premio, attribuito dalle compagnie che hanno inviato i loro materiali ai Visionari, per la selezione di Kilowatt.
Sarà assegnato a un giovane curatore under 35, cioè al direttore artistico di un festival o di un teatro, oppure al responsabile di una rassegna o di uno spazio non convenzionale, che si sia distinto per la qualità del proprio lavoro, per le idee messe in campo, per la forza della propria proposta artistica, per la capacità di accoglienza, nonché per la trasparenza e la correttezza professionale.

IL VINCITORE DELLA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO KILOWATT – UBULIBRI E’ EDOARDO FAVETTI, DIRETTORE ARTISTICO DEL PIM SPAZIO SCENICO DI MILANO (www.pimspazioscenico.it)

Il premio, che consiste nell’omaggio di 30 pubblicazioni della Ubulibri, verrà consegnato sabato 24 luglio alle ore 18:00, presso l’Auditorium di Santa Chiara. In questa occasione, Franco Quadri intervisterà il vincitore. Ingresso libero.


Reading

Reading Minimum Fax
In collaborazione con la casa editrice,
con la Libreria del Frattempo di Sansepolcro
e con l’associazione MeaRevolution(nae).
Ingresso libero.

Venerdì 23 luglio alle ore 18:30
presso l’Auditorium di Santa Chiara
lo scrittore Carlo D’Amicis presenta il libro
“La battuta perfetta” (Minimum Fax, 2010).

Venerdì 30 luglio, alle ore 21:15
presso Enoteca Tirartardi
lo scrittore Francesco Pacifico presenta il libro
“Ogni maledetta domenica. Otto storie di calcio” (Minimum Fax, 2010).


Spazio Relax

Cultura e benessere si incontrano nella Sala Relax allestita all’interno del chiostro di Santa Chiara:
dal 22 al 25 luglio, dalle ore 17 in poi sarà possibile prendere apuntamento con Federico Rossi, massaggiatore shiatsu professionista, al costo di 20 euro a massaggio.
Obbligatoria la prenotazione al 339.1535942.


direzione artistica: Luca Ricci
direzione musicale: Michele Corgnoli
direzione organizzativa: Laura Caruso
direzione amministrativa e contabile: Lucia Franchi
direzione tecnica: Luca Giovagnoli
responsabile fund-raising: Gianluca Cheli
responsabile comunicazione: Linda Mencaroni

ufficio stampa nazionale: Giulia Guiducci & Les Bisquits
promozione: Anna Martinelli
squadra tecnica: Stefan Schweitzer, Michael Pertoll, Alessio Martini, Matteo Passamonti
grafica: Niccolo’ Lazzerini
immagine fotografica in locandina: Alessandro Banducci
foto del festival: Paolo Lafratta
video del festival: Alessandro Paci
osservatorio critico: Caterina Meniconi, Giulia Odoardi, Irene Splendorini
distribuzione materiale promozionale: Luca Masciarri
stagisti e volontari: Agnese Chiarini, Sara Ciangola, Erica Franceschini

Visionari 2010 : Pierluigi Badii, Gemma Casettari, Donatella Cenci, Simona Chiasserini, Meri Ciuchi, Nadia Fabbriciani, Paolo Fossati, Mirta Giorni, Tiziana Goretti, Silvia Lardaioli, Nelly Massarova, Enrico Mencherini, Maria Minciotti, Michele Montanari, Pietro Piantedosi, Clara Rebiscini, Elisabetta Serafini

Fiancheggiatori 2010 : Sara Chiappori, Tommaso Chimenti, Lorenzo Donati, Renzo Francabandera, Graziano Graziani, Katia Ippaso, Sergio Lo Gatto, Andrea Nanni, Simone Nebbia, Andrea Pocosgnich, Claudia Provvedini, Franco Quadri, Gabriele Rizza, Roberto Rizzente, Gherardo Vitali Rosati


Diventa amico del festival,
sostieni Kilowatt

Generatori 2010

Adriano Focardi / Meri Ciuchi / Sabrina Mocarli / Laura Salmoiraghi / Michele Del Bolgia / Armunia / Lorenzo Leonessi / Elena Lamberti / Gatti / Lucio Zagari / Gabriella Barbagli / Maria Rita Parisi / Fantini / Marco Betti / Michele Montanari / Teatro Officina Refugio / Ivana Conte / Giulia Manfroni / Antonio Latella / Gemma Casettari / Donatella Cenci / Marco Cassini / Maria Luisa Chiavacci / Alberto Sartore / Francesca Foscarini / Libreria del frattempo / Daniele Sardeo / Tiziana Censorio / Antonietta Magli / Ilaria Mancia / Sati Nunziati / David Batignani / Grazia Genziani / Francesca di Paola / Alessandro Paci / Anna Sironi / Lucilla Celletti / Collettivo Cinetico / Alessio Martini / Francesca Cangi / Maurizia Settembri / Pietro Piantedosi / Enrica Zampetti / Luana Gramegna / Vincenzo Corigliano / Liberiana Pavone / Daniela Brighigni / Roberto Rizzente / Franceca Saveri / Lisa Casucci / Stefano Romagnoli / Massimo Dottorini / Silvia Mollicini / Sara Pozzesi / Giulio Gabelli / Claudio Angelini / Alberto Spurio Pompili / Renzo Francabandera / Tiziana Goretti / Paola Belli Coni / Filippo Pecorari / Luca Parenti / Luca Masciarri / Serena Facchin / Francesca Giglio / Massimo Zenga / Lisa Masellis / Lorenzo Sette / Pierfrancesco Negrotto / Fam. Franchino / Mara Marcelli / Chiara Andreini / Tamara Leonardi / Antonio Segreto / Gianluigi Celentani / Massimo Zenga / Ian e Jannifer Fletcher / Fanette Cardinali / Danilo Bianchi / Nilo Venturini / Gianni Beretta / Valentina Fiori / Nicola Venturini / Matt Gee / Michele Venturini  / Mario Guiducci / Carlo Urci / Emanuele Martinelli / Stefano Sassolini / Antonella Chiari / Pasticca Bellavita / Cristina Vero / Mirco Cangi / Irene Fulceri / Alberto Vellati / Giacomo Marini / Niccolò Lazzerini / Federica Gai / Federica Francini / Alessandro Cherubini / Enrico Polcri / Linda Trappoloni / Isabella Venturi / Alessandro Zanelli / Ariele Savini / Sarry / Rossano Ghignoni / Andrea Merendelli / Martina Bartoli / Diego dela Rina / Roberta Ferroni / Franca Baldi / Donatella Giusti / Silvia Legi / Gloria Giudi / Davide Meattini / Lucia Bagnoli / Giustina Balducci / Giacomo Cascianini / Damiano Lanzi / Luisa Calza / Cinzia Mariani / Mariella Dei / Anna Migliorini / Sara Molucchi / Giulia Caporali / Claudio Cioni / Francesco Maria Rossi / Elena Campiti / Massimo Boncompagni / Cinzia e Gioacchio Giussani / Isabella Venturini / Enrico Paci / Chiara Cestelli / Maura Cavargini / Gabriella Monti / Laura e Anna Bertocci / Nicole Romanelli / Leonardo Mauzia / Federico Sabatini / Paride Paggi