Bando In-Box 2015

logo-inbox-quadrato


IN RETE IL NUOVO BANDO: SCADENZA 2 MARZO 2015.

49 repliche in palio. Ecco la prima e più importante novità del bando In-Box, il progetto a rete ideato da Straligut Teatro che come ogni anno offre tournèe di repliche a cachet fisso per 4 compagnie emergenti; gli spettacoli verranno selezionati a maggio durante In-Box Dal Vivo, un vero e proprio mini festival ospitato quest’anno da Fuori Luogo a La Spezia, e in estate partiranno le torunèe.

Il bando è online e per iscriversi c’è tempo fino al 2 marzo.Dopo l’edizione “record” del 2014 (319 partecipanti) e l’esperimento riuscito della fase finale di selezione dal vivo, In Box continua ad alzare la posta, offrendo 49 repliche in giro per l’Italia, da Trento a Cagliari (e 49.000 euro in cachet), alle 4 compagnie che verranno selezionate a maggio fra 6 finalisti. L’obiettivo rimane la promozione e il sostegno concreto alla scena teatrale contemporanea, ad artisti e compagnie emergenti. Non solo giovani: In-Box ricerca le eccellenze sommerse, offre lavoro e possibilità di crescita agli artisti selezionati, li mette a confronto con un pubblico eterogeneo e numeroso.

Gli strumenti a disposizione: tour di repliche a cachet fisso, visibilità presso operatori e stampa anche grazie alla vetrina di In-Box Dal Vivo, trasparenza nei meccanismi di selezione e nelle condizioni contrattuali offerte alle compagnie. Infine, Sonar, una piattaforma web gratuita che funge da motore di ricerca del teatro emergente.

I soggetti interessati dovranno compilare l’apposito form ed effettuare l’upload del video integrale dello spettacolo sul sito www.inboxproject.it, entro e non oltre le 12.00 del 2 marzo 2015. La Giuria esaminerà le candidature pervenute e individuerà entro il 2 maggio i 6 spettacoli finalisti.

Momento di massima visibilità e condivisione per il progetto, In-Box Dal Vivo avrà luogo il 22-23-24 maggio a La Spezia, ospite del partner ligure FuoriLuogo. Dopo la giornata inaugurale, che culminerà con la replica de “L’uomo nel Diluvio” di Amendola-Malorni, vincitore 2014, le6 compagnie finaliste metteranno in scena integralmente i loro spettacoli davanti alla giuria (un giurato per partner) e al pubblico. Al termine della tre giorni, solo 4 dei 6 finalisti si divideranno le repliche in palio: addirittura 44 (finali escluse) quelle che si potrebbe aggiudicare un solo spettacolo. Ogni partner infatti sceglierà autonomamente quale dei 4 programmare.

Sarà così composta la selezione In-Box 2015: e chi si aggiudicherà più date sarà nominato vincitore In-Box 2015.Il lavoro svolto dal partenariato è il vero valore aggiunto del progetto. Ideato e gestito da Straligut Teatro, che programmerà all’interno del suo Teatrinscatola, In-Box conta 43 partner dislocati su 15 regioni italiane.

Fondamentale il sostegno del Comune di Siena, città in cui nasce e si sviluppa il progetto, e nella cui provincia, a partire dal Teatro dei Rinnovati, avranno luogo ben 6 repliche di spettacoli In-Box. Importante anche la conferma per il 2015 del sostegno di Fondazione Toscana Spettacolo.Ma sono molti altri i soggetti che compongono la rete, ciascuno con il medesimo diritto di voto e di parola al tavolo progettuale:
il Comune di Monteroni d’Arbia innanzitutto, presso cui Straligut Teatro è in residenza artistica.

Poi Armunia/Festival Inequilibrio (Castiglioncello), AMAT (Marche), Arti Vive Habitat (Soliera), A.T.C.L. Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, Capotrave/Kilowatt (Sansepolcro), Circuito Teatro Stabile dell’Umbria, Concentrica (Piemonte), Elsinor Teatro Stabile di Innovazione (Milano)/Teatro Cantiere Florida (Firenze), Festival Città delle 100 Scale (Potenza), Fondazione Live -Piemonte dal Vivo, Fondazione Sipario Toscana Onlus (Cascina), Fuori Luogo (La Spezia), ITC Teatro (San Lazzaro di Savena), Kronoteatro (Albenga), La Piccionaia S.C.S. (Vicenza), Minimal Teatro (Empoli), Murmuris Teatro (Firenze), Officinateatro (Caserta), Operaestate / B.Motion (Bassano del Grappa), Rete Teatrale Aretina (Arezzo), Teatri Associati di Napoli (Interno 5/Libera Scena Ensemble, Napoli), Teatri di Vetro Festival/Triangolo Scaleno Teatro (Roma), Teatro Comunale di Casalmaggiore (Cremona), Teatro del Cerchio (Parma), Teatro delle Arti/Teatro Popolare d’Arte (Lastra a Signa), Teatro dell’Olivo (Camaiore), Teatro Lanciavicchio (Avezzano), Teatro PimOff (Milano), Teatro Portland (Trento), TPP (Puglia), Zoom Festival (Scandicci).

A questi si aggiungono 6 nuovi ingressi:
Cedac Sardegna, Festival Benevento città Spettacolo (Benevento), Matuta Teatro (Sezze), Teatro Bellini (Napoli), Teatro Comunale Corsini (Barberino del Mugello), Teatro Stabile della Sardegna (Cagliari).

Sonar (www.ilsonar.it), motore di ricerca del teatro emergente, sarà la piattaforma mediante la quale verrà gestito l’intero processo di iscrizione, e questo permetterà di arricchire ulteriormente un archivio che conta già 960 spettacoli e più di 1.000 schede compagnia. Anche in questo caso l’obiettivo è di creare uno strumento di visibilità per le compagnie e uno di ricerca per gli operatori e gli addetti ai lavori. Un database del teatro contemporaneo italiano con video, schede di presentazione, schede tecniche, cachet e tutto quanto necessario a facilitare e potenziare le relazioni fra compagnie e operatori.

Scarica il Bando.In-Box.2014