Un été de Theatre.
Con la fotografia quale strumento di indagine sociale, nel rapporto tra la pratica della fotografia contemporanea e il ruolo culturale che la figura del fotografo assume oggi per se stesso e nella società.
Tra la fotografia e la realtà per cercare la propria personale strada.

Il workshop, condotto da Futura Tittaferrante, si propone come spunto di riflessione sulla fotografia di scena, fornendo l’occasione, gli spunti e le indicazioni tecniche di base per incontrarla. Futura coordinerà i partecipanti alla scoperta del rapporto fra teatro e fotografia, fra l’interiorità del fotografo ed il viaggio in scena al di là del diaframma: fotografa professionista, ha all’attivo fra le altre le collaborazioni con il Festival di Cannes, la Biennale Teatro di Venezia, il Teatro di Roma, Volterra Teatro Festival, Vie Scena Contemporanea e tra i vari artisti Pascale Rambert, Roberto Latini, Fabrizio Arcuri, l’Eolienne Cirque Coreographique e Teatro delle Albe.

Come si osserva e successivamente guarda uno spettacolo? Come lo si “avvicina”? E poi, come lo si racconta? Il fotografo di scena, spettatore e narratore assieme, vive la pratica della fotografia come intervento creativo, critico ed interpretativo fondato sul rispetto verso della performance che prende vita attorno al suo corpo e alla sua fotocamera.

In occasione di questa edizione particolare del Festival, per incarnare il coraggio e sottolineare l’importanza di tutti gli operatori dell’arte, dai creativi a chi permette loro di creare, verrà portata avanti anche un’esercitazione dedicata al reportage documentaristico, con l’obiettivo di restituire con empatia e trasparenza il dietro le quinte, la struttura e tutto il mondo lavorativo umano che compone un festival e più in generale il grande carrozzone artistico e teatrale, attualmente coinvolto in una campagna di presenza e senso che gli restituisca vita propria e non eccezionale, non nascosta, non straordinaria e non privilegiata.

Il corso prevede 3 giornate composte così:
–    2,5 ore di teoria ogni mattino
–    varie ore di esperienza ed esercitazione pratica con revisione del materiale ogni pomeriggio/sera

Le riprese fotografiche dedicate agli spettacoli verranno effettuate tramite accredito.
Programma
•    Introduzione alle caratteristiche tecniche e concettuali della fotografia di scena. Le varie impostazioni formali e le possibilità di approccio e di sguardo sul teatro.
•    Analisi delle differenti situazioni di ripresa e di lavoro.
•    Tecniche di ripresa nella fotografia di spettacolo: inquadratura, velocità, capacità di prefigurazione, discrezione, creatività. Obiettivi e luminosità nelle differenti situazioni.
•    Il Rapporto tra teatro e fotografia. Elementi compositivi, tecniche, luci.
•    L’ ”etica” del fotografo di scena: il rapporto con il palco, l’approccio emotivo con gli artisti e con lo spettacolo.
•    Visione e commento di materiale proprio e di scatti di scena di storici fotografi di scena europei.
•    Il mestiere del fotografo di scena: rapporti con gli uffici stampa e immagini da inviare ai giornali, gallerie su web e immagini per le riviste.

Attrezzature necessarie: fotocamera reflex digitale o analogica + relativi obiettivi ed un proprio computer portatile (in caso di attrezzatura analogica non sarà possibile revisionare in tempo reale il materiale).

Iscrizione e informazioni:
costo del laboratorio: 70 euro; include l’ingresso agli spettacoli
Iscrizioni entro il 13 luglio, pagamento anticipato via bonifico
per iscriversi e ricevere causale e dati per bonifico: michele.rossi@kilowattfestival.it

Leave a comment