KILOWATT TUTTO L'ANNO 2020-2021
IL PROGRAMMA - autunno 2020

Mercoledì 16 Settembre ore 21 / prova aperta al termine della residenza (circo)
Cie Rasoterra
BOA

Creatori ed interpreti Alice Gaia Roma e Damiano Fumagalli
Regia Juliette Hulot
Musiche originali Francesca Musnicki

Durata: 60’

A caccia della felicità si può correre tutta la vita senza mai raggiungerla, e forse è dietro l’angolo. Come trovare l’equilibrio fra l’accontentarsi di ciò che si ha ed il perseguire i propri sogni? Boa offre un’opportunità per galleggiare, per accorgersi che si può cambiare. E’ un tentativo di far sentire felicità, sorprendersi nel la felicità. Una Boa per opporsi all’insoddisfazione.

La compagnia nasce dal desiderio di concretizzare lo stile del lavoro fisico e creativo di Damiano Fumagalli e Alice Roma, formatisi prima alla FLIC e poi all’Ecole de Cirque Ménival di Lione. La ricerca artistica della compagnia si presenta come un tentativo di decollo, una sfida ai nostri piedi incollati al suolo. “Panni Sporchi” è la loro prima creazione, frutto dell’incontro con la regista e drammaturga Firenza Guidi.

www.rasoterra.org

Domenica 27 Settembre ore 17 / Prova aperta al termine della residenza (danza)
Francesco Marilungo
PARTY GIRL

regia e coreografia Francesco Marilungo
con Alice Raffaelli, Barbara Novati, Roberta Racis
assistente alla regia Francesco Napoli
light design Gianni Staropoli
video Gianmaria Borzillo, Francesco Marilungo
costumi Efisio Marras
con il supporto di Danae Festival, Gender Bender Festival, Did Studio/Nao Performing Festival, Kilowatt Festival, Centrale Fies, Milanoltre
produzione Compagnia di Danza Körper

Durata 45′

Un’indagine sul concetto di corpo femminile come oggetto del desiderio a partire da una riflessione di Georges Bataille che individua l’essenza stessa del desiderio nella figura della prostituta. La prostituzione fa di un corpo offerto un oggetto morto, o meglio il punto morto dello scatenamento delle passioni.
In Party Girl il processo di ‘oggettivizzazione’ rende il corpo umano quasi inorganico. A partire da posture e movimenti capaci di innescare il desiderio nell’immaginario collettivo, le performer costruiscono una danza minimale costituita da un alfabeto stilizzato, rallentato, sospeso. La componente sensuale ed erotica viene completamente annullata da un corpo che mano a mano perde vita, si fa oggetto, manichino.

Francesco Marilungo frequenta l’atelier di teatro-danza presso la Scuola di arte drammatica Paolo Grassi di Milano. Dal 2012 è interprete della Compagnia Enzo Cosimi. Parallelamente all’attività di danzatore, intraprende un proprio percorso autoriale alla ricerca di un codice personale che metta in relazione la performance art e la danza contemporanea.

www.francescomarilungo.com

Giovedì 8 Ottobre ore 21.00 / prova aperta al termine della residenza (danza)
Lucia Guarino
SUPERSTITE

concept, coreografia Lucia Guarino
musiche Stefano Pilia
luce Gianni Staropoli
dramaconsulting Emma Tramontana
organizzazione e amministrazione Associazione Culturale Nexus
sostegno alla residenza artistica CURA centro umbro residenze artistiche –  Spazio Zut , Kilowatt Festival, Home centro creazione coreografica
Speciali ringraziamenti a Luca Del Pia, Paolo Pinaglia, Futura Tittaferrante

Durata 45’

Una riflessione su ciò che rimane dopo una mutazione, un cambiamento e si fa carico di una storia che a tratti appare sbiadita o mutilata. Un corpo solo, da solo, esplora le infinite declinazioni del “vuoto che resta”. Cosa muove la parte mancante? Quali confini e quali forme prova a ridisegnare? Il corpo superstite racconta un vuoto e sia esso stesso che chi lo osserva sono avvolti da un continuo movimento di indagine su questa mancanza.  Ed è proprio in questo tendere, credere, attraversare, aprire il corpo al vuoto, allo spazio non conosciuto, che appare la danza. Un continuo riassestamento del corpo nel vuoto, vero spazio vitale, come tensione a un possibile esserci.

Nata nel 1982 a Foligno (PG). Danzatrice e autrice. Dopo gli studi di balletto e modern jazz, e successivamente ,insieme al conseguimento della laurea in architettura, di danza contemporanea. Prosegue la professione di danzatrice tra l’Italia, Il Belgio, La Spagna, L’Argentina. Vince alcuni progetti nazionali ed internazionali di ricerca e formazione coreografica.

www.luciaguarino.it

PROGRAMMA IN FASE DI AGGIORNAMENTO