I MEETING DI KILOWATT FESTIVAL 2020

23-24-25-26 Luglio, Auditorium di Santa Chiara

 

foto incontro latini
Pasionaria_home-1

Meetings

Ogni anno Kilowatt Festival organizza e ospita incontri pubblici, occasioni di scambio, riflessione e approfondimento, per allargare lo sguardo verso nuovi orizzonti di pensiero.

Giovedi 23 luglio
19:00 – 20:00 (Piazza Garibaldi all’interno della Piazza dei Beni Comuni)
Presentazione del libro “Lo Spettatore è un Visionario”

Audience development e audience engagement sono due espressioni recenti, già usurate dal dibattito culturale. Lucia Franchi e Luca Ricci, ideatori di Kilowatt Festival, raccontano la loro esperienza di sviluppo di queste pratiche quando neanche erano state definite come parole. Ingresso libero.

Intervengono / speakers: Marco De Marinis (Università di Bologna), Roberto Ferrari (Regione Toscana), Maximilian La Monica (Editoria & Spettacolo).

Da Venerdì 24 a Domenica 26 luglio
11:00 -12:30
Feedback Visionari

Il gruppo dei 38 Visionari (gli “spettatori-non-addetti-ai-lavori”) durante tutto l’anno ha vagliato, una per una, 370 proposte di spettacoli e ne ha scelte 8 da presentare al festival. Il ciclo di incontri, aperti a tutto il pubblico, approfondisce l’analisi dei lavori andati in scena la sera precedente, coinvolgendo gli artisti delle compagnie ospiti e i Visionari stessi che li hanno scelti.

Gli incontri si terranno venerdì 24 e sabato 25 luglio presso l’Auditorium di Santa Chiara (il secondo giorno all’interno dell’incontro pubblico Visionari d’Italia, unitevi!) e domenica 26 nel loggiato esterno di Palazzo delle Laudi. Ingresso libero.

Sabato 25 luglio
10:30 – 16:30 (Auditorium Santa Chiara)
Visionari d’Italia, unitevi!

Incontro pubblico che chiama a raccolta le voci e i pensieri di alcuni tra gli oltre 400 Visionari degli 11 gruppi disseminati in tutta Italia: una giornata dedicata allo scambio, alla conoscenza reciproca e allo sviluppo di nuove sfide dei processi partecipati.

I partner de L’Italia dei Visionari: CapoTrave / Kilowatt nell’ambito del progetto europeo “Be SpectACTive!” (Sansepolcro AR), Festival Le Città Visibili (Rimini), Pilar Ternera/Nuovo Teatro delle Commedie (Livorno), TiPì Stagione di Teatro Partecipato (San Felice sul Panaro, MO), Utovie Teatrali (Macerata), Associazione Sosta Palmizi (Cortona AR), MTM-Manifatture Teatrali Milanesi gestito da Fondazione Palazzo Litta per le Arti Onlus (Milano), Progetto Fertili Terreni Teatro (Torino), POLIS Teatro Festival (Ravenna), Spazio Off (Trento), Teatro TRAM (Napoli). Ingresso libero.

Domenica 26 luglio
10:30 -17:30 (Auditorium Santa Chiara)
Micro e macro drammaturgie della danza

in collaborazione con Anghiari Dance Hub

La drammaturgia della danza è una necessità?

È un insieme di metodologie e pratiche non catalogate che “tessono” la relazione tra gli artisti coinvolti – coreografo e interpreti – e il pubblico di riferimento, e che possono essere messe in atto dagli stessi autori o coinvolgere un “corpo esterno”.

Quest’ultimo, il dramaturg della danza, può diventare una nuova professione: l’incontro si propone di individuare una “via italiana” alla drammaturgia della danza e all’attivazione di momenti di trasmissione della materia chiamando a discuterne ospiti italiani e stranieri tra studiosi, dramaturg e coreografi. Ingresso libero.

Intervengono: Fabio Acca, Gaia Clotilde Chernetich, Salvo Lombardo, Roberta Nicolai, Alessandro Pontremoli, Cristina Kristal Rizzo, Stefano Tomassini, Gerarda Ventura.