KILOWATT TUTTO L'ANNO 2017-2018
IL PROGRAMMA - stagione inverno-primavera 2018

Venerdì 2 febbraio ore 21 / Prova aperta al termine della residenza

Francesco Marilungo / Love Souvenir

di e con Francesco Marilungo
assistente alla regia e voce Francesco Napoli
light design Gianni Staropoli
co-produzione Teatro delle Moire/Danae Festival, Gender Bender Festival, CapoTrave/Kilowatt Festival
con il supporto di Villa Nappi/Marche Teatro nell’ambito del progetto Residenze, Central Fies/Ambienti per la produzione di performing arts
con il contributo di Next 2017 Regione Lombardia

Love Souvenir, performance per un danzatore e sette corvi tassidermizzati, prende spunto da Maria Maddalena, santa dai mille volti la cui immagine, nel corso dei secoli, è stata più volte manipolata, fino a diventare una reliquia, un souvenir.

Francesco Marilungo frequenta l’atelier di teatro-danza presso la Scuola di arte drammatica Paolo Grassi a Milano. Dal 2012 è interprete della Compagnia Enzo Cosimi. Parallelamente all’attività di danzatore, intraprende un proprio percorso autoriale alla ricerca di un codice personale che metta in relazione la performance art e la danza contemporanea.

www.francescomarilungo.com

Domenica 18 febbraio ore 17 / All’interno di “Invito di Sosta” nella collaborazione per il progetto “Nuovo Pubblico” di cui sono partner Sosta Palmizi e CapoTrave/Kilowatt
Arezzo, Teatro Mecenate, partenza da Sansepolcro alle ore 16

CollettivO CineticO / 10 Miniballetti

Regia, coreografia e danza Francesca Pennini
dramaturg e disegno luci Angelo Pedroni
assistenza organizzativa Carmine Perise
coproduzione CollettivO CineticO, Le Vie dei Festival, Danae Festival
residenze artistiche Teatro Comunale di Ferrara, AMAT, Arboreto Teatro Dimora di Mondaino, TIR Danza
Selezione Aerowaves 2016. Premio Danza & Danza 2015 come migliore coreografa e interprete emergente, nomination UBU 2015 miglior performer Under 35, Premio Hystrio Iceberg 2016, Premio ANCT Associazione Nazionale Critici di Teatro 2016.

Un’antologia di danze in bilico tra geometria e turbinio, dove l’elemento aereo è punto cardine. A fare da spartito un quaderno delle scuole elementari di Francesca Pennini con decine di coreografie inventate e mai eseguite.

CollettivO CineticO, nato nel 2007 e diretto della coreografa Francesca Pennini in collaborazione con il dramaturg Angelo Pedroni, presenta performances al contempo ludiche e rigorose che si muovono tra danza, teatro e arti visive.

www.collettivocinetico.it
www.sostapalmizi.it

 

Mercoledì 14 marzo ore 21 / Prova aperta al termine della residenza

quotidiana.com / Prima che Arrivi l’Eternità – Scienza Vs. Religione

con Pietro Piva, Marco Sanna, Roberto De Sarno, Antonella Spina, Paola Vannoni
drammaturgia quotidiana.com
Progetto scenico Roberto Scappin
con il sostegno di Regione Emilia Romagna/Armunia/Kronoteatro/CapoTrave-Kilowatt
in collaborazione con PIMOff/Progetto residenze – Cantiere Moline (Emilia Romagna Teatro e ATER)
grazie a Teatri di Vita, Bologna

E’ davvero necessaria la religione per disegnare l’etica dell’essere umano? Il progetto vuole riflettere sulla coesistenza nel terzo millennio di scienza e religione, laddove la scienza riesce oggi a spiegare molti di quei fenomeni che un tempo erano attribuiti all’operato delle divinità.

Duo riminese fondato nel 2003 da Roberto Scappin e Paola Vannoni, quotidiana.com porta nel nome il rovello dell’indagine che è al centro della sua produzione: indagare, attraverso piccoli spostamenti del linguaggio, la banalità e il male che accompagnano la condizione umana.

www.quotidianacom.it

Venerdì 16 marzo ore 21 / Prova aperta al termine della residenza

Daria Menichetti / Meru

Di Daria Menichetti
Con Francesco Manenti
Musiche Michele Zanni
Luci VIncent Longuemare
Si ringraziano Cajka Teatro (Modena), Verastasi (Tuscania) e CapoTrave/Kilowatt
Danio Manfredini per il generoso sguardo offerto alla creazione.

Partendo dall’esperienza intima che l’interprete ha con la montagna, Meru, esplora la natura di un gesto puro, segue una narrazione onirica come a compiere una meditazione sul fluire mutevole dei paesaggi e delle sensazioni.

Daria Menichetti si forma in metodo Nikolais e studia con Carolyn Carlson, Jan Fabre, Masaki Iwana, Raffaella Giordano, Abbondanza-Bertoni. Diplomata in Danza Sensibile si forma in Body Mind Centering. Lavora per Leonardo Delogu, Giorgio Rossi, Abbondanza Bertoni, Teatropersona, Zaches Teatro, Mario Martone e Raffaella Giordano.

www.dariamenichetti.com

Venerdì 27 aprile ore 21 / Prova aperta al termine della residenza

Vico Quarto Mazzini / Vieni su Marte

uno spettacolo di VicoQuartoMazzini
diretto e interpretato da Michele Altamura e Gabriele Paolocà
drammaturgia Gabriele Paolocà
produzione VicoQuartoMazzini, Gli Scarti
con il sostegno di CapoTrave/Kilowatt
Bando SIAE Sillumina

VIENI SU MARTE prende spunto da Cronache Marziane di Ray Bradbury, dove si immagina il momento in cui l’umanità intraprende la sua ultima grande emigrazione, la più estrema di tutte: la colonizzazione di Marte. Uno spettacolo dove si raccontano le emozioni e le aspirazioni che questo viaggio ispira nei diversi strati della società.

Nato nel 2010 alla Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine, VicoQuartoMazzini concentra la sua ricerca sul ruolo dell’attore e sulla sua funzione vitale all’interno del contesto teatrale. VQM è anche attivo nell’organizzazione di festival, percorsi laboratoriali e manifestazioni culturali di vario genere.

www.vqmteatro.com

Mercoledì 2 maggio / Prova aperta al termine della residenza

Dell’Atti-Gabrielli / Oscuri Ardori (Macbeth)

di e con Alessandra Dell’Atti, Francesco Gabrielli
liberamente tratto da Macbeth di William Shakespeare
Bando SIAE Sillumina

L’ascesa e la caduta di Macbeth e della sua sposa, eroi negativi per eccellenza dell’opera shakespeariana, mossi da una sete di potere e di affermazione che sovverte lo stato naturale delle cose e supera i limiti dell’ immaginazione per arrivare a soddisfare le proprie ambizioni di potere.

Alessandra Dell’Atti e Francesco Gabrielli si incontrano nel 2015 collaborando alla messa in scena dello spettacolo “L’Amleto prima” prodotto dal C.R.T Teatro dell’ Arte di Milano. Successivamente continuano la loro ricerca tra corpo e voce, teatro e danza ponendo l’accento sulla “relazione” in tutte le sue accezioni e sfumature.

chiaroscura4.com

Sabato 5 maggio / Prova aperta al termine della residenza

Francesco Gabrielli / Amore lasciami dormire per favore (Romeo e Giulietta)

Laboratorio/performance di teatro fisico liberamente tratto da ‘Romeo e Giulietta’ di William Shakespeare
Ripartire dalle origini del teatro, ripartire dallo studio della relazione teatrale, fisica e vocale.
Bando SIAE Sillumina

Rivisitare le parole di Shakespeare non significa solo ripercorrere la sua drammaturgia, rappresentandola, ma anche indagare e svelare i punti di contatto, i nodi, tra la società contemporanea e quella seicentesca descritta dall’autore, a partire dalla comprensione delle nature umane che attraversano i classici del teatro.

Lunedì 14 maggio ore 21 / Prova aperta al termine della residenza

Memetaj – Panici – Petrillo / Elogio della follia

di e con Aleksandros Memetaj
regia Tiziano Panici
coreografie a cura di Yoris Petrillo
interpreti/performers: Memetaj – Petrillo – Panici
Sound Designer Giovanni Di Giandomenico
Set Designer Katia Titolo
Bando SIAE Sillumina

Il seguito dell’opera omonima di Erasmo da Rotterdam, scritta nel 1509, partendo dall’assunto che nell’Amleto, ambientato negli stessi anni dell’uscita del saggio, sembrano esserci molte tracce dell’influenza umanistica del filosofo fiammingo.

Panici è direttore artistico di Teatro Argot Studio. Vincitore nel 2008 del premio Nuove Sensibilità. A. Memetaj è un giovane attore ed autore vincitore del Premio Festival della Resistenza – Museo Cervi 2016 – e del Bando 20-30 Bologna 2016. Y. Petrillo è un coreografo e danzatore e dal 2010 danza con Cie Twain Physical Dance Theatre oltre che con Opus Ballet e Zerogrammi Dancetheatre.

www.teatroargotstudio.com
www.cietwain.com

KILOWATT DEI RAGAZZI 2017-2018

Domenica 4 Febbraio ore 17

Teatro Invito / Cappuccetto Blues 

di Luca Radaelli
con Stefano Bresciani e Valerio Maffioletti
regia di Luca Radaelli
dai 3 anni in su

Due bluesman ricordando i bei tempi cantano le loro arie preferite: la canzone della frittella, la ballata della nonna malata, il blues del cacciatore triste. Chissà se ancora una volta passerà di qui la bambina dalla rossa mantellina?
Chissà se questa volta l’arte dell’inganno darà I suoi frutti? Chissà come placare questa fame da lupi?

Teatro Invito è compagnia professionale dal 1986, ed è riconosciuta dalla Regione Lombardia e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come “Compagnia di rilevanza artistica nazionale”. La Compagnia si distingue per l’utilizzo di una drammaturgia originale che prende spunto da fonti letterarie ma anche dall’improvvisazione degli attori.

www.teatroinvito.it

Domenica 18 Marzo ore 17

Giallo Mare Minimal Teatro / I tre porcellini

drammaturgia Renzo Boldrini
regia, scene e luci Michelangelo Campanale
con Renzo Boldrini
animazioni digitali Ines Cattabriga
aiuto regia e direzione scenotecnica Tea Primiterra
microscenografie Iole Cilento
costume Massimo Poli – Sartoria Teatrale Fiorentina
tecnico audio/luci Roberto Bonfanti
dai 5 anni in su

Il racconto de “I tre porcellini” diventa il pretesto per raccontare la storia di Ultimo, un buffo personaggio che gira il mondo con una valigia che ben presto si rivelerà essere un piccolo teatro. Uno spettacolo con citazioni da Hitchcock e la pittura di Botero che fornisce il punto di partenza dell’immaginario visivo che fa da sfondo allo spettacolo.

Giallo Mare Minimal Teatro, compagnia di teatro-ragazzi di Empoli tra le più innovative dell’ultima generazione. Ha progettato percorsi per una diversa dimensione del tempo e dello spazio creando poi, in collaborazione con Giacomo Verde, Il teleracconto (1989), incontro molto suggestivo tra la narrazione con oggetti e la televisione.

www.giallomare.it