KILOWATT TUTTO L'ANNO 2017-2018
IL PROGRAMMA

Igor & Moreno / Smoke

Sabato 23 settembre, ore 21 / prova aperta al termine della residenza

concept e coreografia Igor Urzelai, Moreno Solinas
interpretato da Moreno Solinas, Giorgia Nardin, Eleanor Sikorski
drammaturgia Simon Ellis
composizione sonora Alberto Ruiz Soler
scene e costumi Kasper Hanser
luci Seth Rook Williams
prodotto da The Place and TIR Danza
co-prodotto da The Lowry, Cambridge Junction, DanceEast e DanceXchange

Una performance in cui il fumo trasforma lo spazio in un luogo di esperienza condivisa, ricordando a ogni spettatore la propria presenza nel momento in cui non si ha più la percezione esatta del confine tra palco e platea.

Igor Urzelai e Moreno Solinas vivono e lavorano a Londra. Iniziano a collaborare nel 2007,  ottenendo riconoscimenti di pubblico e istituzionali in Europa, Stati Uniti e Cile. Finalisti al Premio Equilibrio nel 2014, più recentemente sono stati selezionati per la NID Platform 2015, nominati per il National Dance Awards (2015) e per il Total Theatre Awards (2015).

www.igorandmoreno.com

+

Cosimo Terlizzi (nell’ambito di Cinemaèdanza in collaborazione con Sosta Palmizi)

AURORA, UN PERCORSO DI CREAZIONE

regia, editing e camera Cosimo Terlizzi
seconda camera Matteo Maffesanti
original score Pablo Esbert Lilienfeld
online editor Pierpaolo Ferlaino a.m.c.
traduzione Damien Modolo, Sergio Lo Gatto
development, promotion Lisa Gilardino
amministrazione Chiara Fava
produzione Cosimo Terlizzi
con in supporto della  Fondation  d’entreprise Hermès  in  the  frame  of  its  program  New Settings

Un film-diario  che riflette sulla  creazione  dello spettacolo di danza contemporanea “Aurora” del coreografo  Alessandro  Sciarroni e le storie singolari  degli  atleti  per  interrogare  il  senso profondo della vista. Lo  spettacolo si  concentra  sul  Goalball,  sport  paralimpico per  ipovedenti  e  non  vedenti  dove  i  giocatori possono  contare  solo  sul  loro  sentire  e  sul  loro tatto.

Cosimo  Terlizzi  (1973,  Bitonto) sviluppa il suo lavoro attraverso l’uso di diversi media, dalla fotografia alla performance, alla video arte. I suoi film sono stati presentati in festival come Festival  d’automne  à  Paris, Biennale  Danza  di  Venezia, Kunstenfestivaldesarts  di   Brussel, il Festival Internazionale del Cinema di Roma e molti altri.

www.cosimoterlizzi.com

Claire Dowie (UK) + Michele Panella + Nina’s Drag Queens / Queen Lear

Giovedì 5 ottobre, ore 21 / prova aperta al termine della residenza

regia Francesco Micheli
drammaturgia Claire Dowie
cast Gianluca Di Lauro, Ulisse Romanò, Alessio Calciolari, Lorenzo Piccolo, Sal Nicosia
musiche Enrico Melozzi
assistente alla regia Erika Natati
scene e attrezzeria studenti del biennio specialistico in scenografia teatrale, Accademia di Belle Arti di Brera: Francesca Sgariboldi, Claudia Marino, Chiara Bartali, Giulia Bruschi, Gianluca Agazzi, Arianna Bianconi, Andrea Colombo, Niccolò Iacometti, Marta Macchi
costumi studenti del biennio specialistico In Scenografia Teatrale, Accademia Di Belle Arti di Brera: Leonardo Locchi Capogruppo Costumi Naomi Galbiati

Queen Lear, ovvero Re Lear di William Shakespeare trasformato in opera musicale en travesti.  Cinque drag queen recitano e cantano la tragedia in una terra di mezzo fra teatro di prosa, stand-up comedy, opera lirica.

Nina’s Drag Queens è una compagnia teatrale composta da attori e danzatori che hanno trovato nel personaggio drag queen la chiave espressiva della loro ricerca. Nasce a Milano nel 2007 presso il Teatro Ringhiera da un’idea di Fabio Chiesa, sotto la direzione artistica di Francesco Micheli. Claire Dowie è una delle più significative e anticonformiste figure del teatro inglese contemporaneo.

www.ninasdragqueens.org

Piccola Compagnia Dammacco / La buona educazione 

Venerdì 10 novembre, ore 21 / prova aperta al termine della residenza

con Serena Balivo e Mariano Dammacco
ideazione, drammaturgia e regia Mariano Dammacco
con la collaborazione di Serena Balivo
cura dello spazio scenico Stella Monesi
produzione Piccola Compagnia Dammacco, Teatro di Dioniso
in collaborazione con L’arboreto Teatro Dimora, Teatro Franco Parenti, Primavera dei Teatri
con il sostegno delle residenze artistiche Compagnia Diaghilev Residenza Teatro Van Westerhout, Factory Compagnia Transadriatica, Giallo Mare Minimal Teatro,
CapoTrave/Kilowatt, Residenza teatrale Qui e Ora

Il percorso di ricerca e composizione per approdare allo spettacolo muove i suoi passi intorno ad alcune domande: quali sono i principi, i valori, i contenuti, le idee che oggi vengono trasmesse da un essere umano all’altro? Quali sono gli attori di questa trasmissione di contenuti? Quali sono le azioni attraverso le quali questa trasmissione avviene? A cosa servono questi contenuti?   A cosa ci preparano?

La Piccola Compagnia Dammacco è composta da Mariano Dammacco, attore, autore, regista e pedagogo teatrale di esperienza ventennale, Serena Balivo, attrice, e Stella Monesi, disegnatrice. La compagnia svolge la propria ricerca contenutistica e formale incentrandola sul lavoro dell’attore e sulla composizione di drammaturgie originali.

piccoladammacco.wixsite.com/teatro

Lo spettacolo sarà seguito, alle ore 22.00, dall’evento Outernet Night 2.0 che si svolgerà presso CasermArcheologica, a Sansepolcro, in via Aggiunti 55

 

Anna Réti (H) / Life In Progress

Sabato 18 novembre, ore 21 / prova aperta al termine della residenza

regista e coreografa Anna Réti
prodotto da SÍN Arts and Culture Centre
Katlan Group (production partner)
Ministry of Human Capacities Hungary
SIN Cultural Center (production manager)
realizzato all’interno del progetto europeo “Be SpectACTive!” – CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro (IT), Bakelit Multi Art Center Budapest (HU), Domino Zagreb (HR), LIFT London (UK), Tanec Praha (CZ), Teatrul National Radu Stanca Sibiu (RO), York Theatre Royal (UK)
con il supporto del Programma Europa Creativa dell’Unione Europea

Che cosa accade alla personalità quando si diventa padri o madri? Come cambia la visione del mondo con la presenza di un figlio? Una ricerca sul movimento basata sulle reazioni delle figure genitoriali.

La coreografa e interprete ungherese Anna Reti, dopo aver studiato come inteprete alla Dance Academy di Rotterdam, nel 2005 ha iniziato anche un proprio percorso autoriale che l’ha portata a ricevere numerosi riconoscimenti sia in Ungheria che in altri paesi d’Europa.

english.retianna.hu

Maicol & Mirco + Teatro Rebis / Il papà di Dio

Giovedì 30 novembre, ore 21 / prova aperta al termine della residenza

tratto dall’omonimo romanzo a fumetti di maicol&mirco
con Meri Bracalente, Andrea Filipponi, Sergio Licatalosi, Fermando Micucci
musiche Lili Refrain
consulenza poetica e filosofica Rubina Giorgi
scrittura scenica e regia Andrea Fazzini

Il Papà di Dio ha un diavolo per capello: suo figlio è irrecuperabile, ha voluto creare il suo Universo senza prima studiare! E qual è il risultato? Un Universo dove si soffre, ci si ammala e si muore, dove si lavora e si suda. Un Universo tutto sbagliato. Riuscirà Dio a farsi accettare da suo Papà? E suo Papà riuscirà a comprendere e capire il nostro povero Dio?

maicol&mirco sono tra i più importanti autori di fumetto indipendente italiano, con cui il Teatro Rebis – progetto artistico nato nel 2003 a Macerata dal regista Andrea Fazzini – ha iniziato una collaborazione allestendo nel 2015 lo spettacolo ‘Scarabocchi’, le loro vignette, trasposte sulla scena, sono caratterizzate dalla feroce comicità dei testi e dall’immediatezza folgorante del segno grafico.

maicolemirco.blogspot.com
teatrorebis.wixsite.com

Inquanto Teatro / Influenza

Sabato 2 dicembre, ore 21

ideazione e coreografia Floor Robert
con Floor Robert, Giacomo Bogani, Francesco Michele Laterza
musiche Manuele Atzeni
tecnica Monica Bosso
maschera Eva Sgrò
organizzazione e comunicazione Julia Lomuto
spettacolo finalista DNA Appunti Coreografici
col sostegno di Fondazione Fabbrica Europa, CSC Centro per la Scena Contemporanea – Operaestate Festival Veneto, Romaeuropa Festival, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, spazioK_kinkaleri, Sosta Palmizi, Samotracia/Associazione Punto A Capo, Teatri Sospesi, CS376
vincitore del progetto SIAE – Sillumina

Uno spettacolo da guardare come si sfoglia un libro di illustrazioni, lasciandosi trasportare dalle immagini in un mondo alternativo. Qui, tra memoria e invenzione, prendono vita le suggestioni del passato, i ricordi, i desideri e le paure, le presenze di un universo misterioso eppure familiare.

inQuanto teatro  è un collettivo artistico fondato a Firenze nel 2010; si occupa di teatro, didattica e arte nella sfera pubblica, sviluppando e sostenendo i progetti dei suoi membri. Nel corso degli anni ha ricevuto diversi riconoscimenti, fra cui la Menzione Speciale della Giuria al Premio Scenario 2011.

www.inquantoteatro.it

KILOWATT DEI RAGAZZI 2017-2018

Fontemaggiore / Storia tutta d’un fiato

Domenica 8 ottobre, ore 17

tratto da “Narco degli Alidosi” di R. Piumini
testo di Roberto Piumini e Luca Radaelli
con Enrico De Meo, Emanuela Faragia, Giancarlo Vulpes
consulenza registica Luca Radaelli
tecnico di scena Pino Bernabei

Qui si narra la storia di Narco, cavaliere assai valente, temuto e apprezzato, se non fosse per il suo…alito!!
I più grandi sapienti sperimentano cure per guarire il malato, ma nulla possono contro il suo fiato. Ma ecco Bladante, suo scudiero, che lo accompagna in un viaggio avventuroso alla ricerca del Mago Antolfo.

Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale è un organismo con vocanzione territoriale regionale che si occupa della produzione e della diffusione della nuova drammaturgia, su tutto il territorio nazionale.

www.fontamggiore.it

età consigliata: da 4 a 99 anni

Teatro Potlach / Direttori d’orchestra

Domenica 12 novembre ore 17

regia Pino Di Buduo
con Nathalie Mentha e Marcus Acauan
nell’ambito del progetto SIAE – Sillumina

Le disavventure di due musicisti, uniti da un’amicizia tenera ma turbolenta, mentre provano “Le quattro stagioni” di Vivaldi. Scene comiche, tragiche e a volte assurde si susseguono con ritmo frenetico, ricordandoci il gioioso mondo degli artisti di varietà dove spesso l’allegra disinvoltura è molto vicina alla miseria.

Compagnia storica del teatro ragazzi, il Teatro Potlach è stato fondato nel 1976 da Pino Di Buduo e Daniela Regnoli, ricevendo nel corso di oltre quarant’anni numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero.

www.teatropotlach.org

età consigliata: da 3 a 99 anni